Ufficiale italiano spia dei russi: che storia strana!

E’ di poche ore fa la notizia dell’arresto di un capitano di Marina italiano insieme a un ufficiale delle forze armate russe: sono accusati di reati di spionaggio. Poniamoci alcune domande: cosa ci faceva negli Stati Uniti costui? Da quanto tempo l’ufficiale veniva osservato? Perchè realizzare questa operazione proprio negli Stati Uniti, dove hanno sede i servizi più attenti ed agguerriti del mondo?

aldo giannuli, intelligence, militare italiano arrestato


Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Comments (2)

  • ACME NEWS
    L’avvincente e clandestina spy story che si sarebbe fugacemente consumata nei giardinetti della Capitale tra un capitano di fregata e un ufficiale dell’ambasciata russa al prezzo di un’utilitaria di terza mano prossima alla rottamazione, presto potrebbe avere una spiegazione.
    Infatti, Mr. Mattew Rents, di ritorno da una missione privata nel Golfo, dove non lo hanno appositamente trattenuto, ha avuto un’idea geniale, che ha diffuso via tweet.
    Ai numerosi giornalisti che lo attendevano all’arrivo dell’Aeroporto Internazionale di Rignano, Mr. Rents ha espresso il desiderio che al militare russo sia data una nuova auto fiammante e che non sia espulso. In cambio ai russi della Dinamo Mosca, squadra del Presidente Putin, si potrebbero dare due difensori, un centrocampista e una punta del Monza, squadra dell’amico Silvio, in questo momento nei piani alti della classifica della serie B. Invece al capitano che si è visto sottrarre la fregata, si potrebbe dare, secondo Rents, un pattino.
    Se la trattativa andrà in porto, Mr. Rents potrebbe seriamente ipotecare la poltrona del Segretario Generale della Nato, da cui finalmente poter spezzare le reni alle potenze marziane intergalattiche.

  • Le persone da impiegare in incarichi delicati dovrebbero essere attentamente controllate. Anche se la legge lo vieta.
    Non ci si rivela bastardi in un attimo. Forse qualcuno non ha dato importanza a sfoggi, esibizioni, supponenze. Ne’ ville ed auto incompatibili col pur buono stipendio di un Ufficiale Superiore della Marina Militare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.