Tag: storia contemporanea

L’esodo dei profughi e la vendetta della storia. Quando gli storici non fanno il loro mestiere.

In questa tragedia storica dell’esodo dei profughi c’è una sconcertante inconsapevolezza ed impreparazione dell’opinione pubblica europea. La gente (scusatemi questo termine generico e populista, ma è per capirci) è convinta che siamo gli aggrediti di una invasione da cui difenderci e che basti serrare la porta di casa per farla finita e lasciarli a cuocere nel loro brodo.

Continua a leggere

Fare o no il museo del fascismo a Predappio?

Il sindaco di Predappio (che è del Pd) ha proposto di istituire un museo del fascismo nella sua città, ricevendo l’incoraggiamento di Renzi; ne è nata una prevedibile polemica che, sinora, non ha superato gli argomenti più scontati: “No perché sarebbe apologia del fascismo” “Si perché il fascismo fa parte della storia e lo si deve studiare scientificamente”.

Continua a leggere

Spagna e Catalogna, due diversi anniversari

Da Barcellona, Steven Forti. * Il testo qui proposto è una versione aggiornata di due precedenti articoli, “Spagna 1914-2014, Grande Guerra e non solo”e“Il Tricentenario catalano (1714-2014)”, pubblicati su E-Review, n. 2, 2014.

Per quanto molto diverse tra loro e con un taglio differente – celebrativo, memorialistico o storico – le iniziative legate al centenario della Grande Guerra stanno riempiendo l’Europa. Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Austria… Perfino in Portogallo.

Continua a leggere

La scomparsa di Peppino Casarrubea

Mi giunge la notizia della scomparsa di Peppino Casarrubea, collega storico (anche se non accademico) ma, soprattutto amico personale. Avevo notato sul suo blog, in data 13 maggio un pezzo dal quale si deduceva che stava subendo un periodo di ricovero ospedaliero, ma nulla faceva intendere che si trattasse di materia grave. Poi il blog si è fermato e ieri sera mi è arrivata la notizia molto triste.

Continua a leggere

Riflettendo su tre anniversari storici.

Questo anno sono caduti insieme due anniversari: il 70° della Liberazione e della fine della II Gm e il centenario dell’entrata dell’Italia nella I Gm. Quattro anni fa, cadde il centocinquantesimo anniversario dell’Unità italiana. Questi tre anniversari così vicini nel tempo mi suggeriscono alcune riflessioni più generali sulla funzione della storia nel nostro tempo.

Continua a leggere

Il 70° della Liberazione e la “memoria pulita”

Con molto piacere ospito questo articolo di Elio Catania di Lapsus, che apre un dibattito su cui bisognerà discutere e tornare. Buona lettura! A.G.

Di Elio Catania, Lapsus. In queste settimane si sono svolte in tutto il paese e a tutti i livelli (istituzionali, società civile, organizzazioni politiche) iniziative e celebrazioni in occasione dei 70 anni della Liberazione, con apice ovviamente nella giornata di sabato 25 aprile.

Continua a leggere

Una risposta a proposito di Storia ed anniversari… ma il vero problema è un altro.

Il mio vecchio amico Danilo Di Biasio replica ai miei pezzi sul fare storia per anniversari, sostenendo che c’è modo e modo di ricordare gli anniversari e che, se la cosa è fatta bene, contribuisce a diffondere buona conoscenza storica e cita a questo proposito la serie di trasmissioni fatte da Radio Popolare insieme a Lapsus “l’Autista Moravo”, proprio sul centenario della Grande Guerra. E figuriamoci se non siamo d’accordo. Capiamoci: non ho mai detto che gli anniversari non vadano ricordati e riconosco facilmente che c’è modo e modo di farlo, ad esempio, “l’Autista moravo” è stata fatta molto bene ed ha ricevuto diversi apprezzamenti anche da storici accademici. Non è questo il punto.

Continua a leggere

Fare storia per anniversari: che conseguenze ha?

Alcune settimane fa pubblicai la prima puntata di questo ragionamento sulla “Storia per anniversari”. Ecco la seconda ed ultima parte. Buona lettura!

Da una cinquantina di anni, e cioè da quando i mezzi di comunicazione di massa sono andati prevalendo sulla scuola, nei processi di acculturazione, la storia è andata via via seguendo la strada delle ricorrenze ed anniversari. Ormai si scopre un periodo storico, un personaggio, un movimento, quando cade un qualche anniversario. Il fenomeno è assai semplice da capire: editori, case cinematografiche, televisioni ecc., cercano le condizioni ambientali e temporali migliori per collocare i loro prodotti.

Continua a leggere

La storia per anniversari: il ciclo 1958-1973

La mia è stata una generazione che ha avuto un’iper nutrizione storiografica, una vera over dose di storia, complice uno straordinario ciclo di anniversari iniziato nel 1959, con il centenario della II guerra di indipendenza (avevo sette anni). Poi, nell’anno successivo, ci fu il centenario dell’impresa dei Mille di Garibaldi, seguito, nel 1961, dal quello dell’unità d’Italia. Dopo una breve pausa, la serie riprese con il ventesimo della caduta del fascismo, nel 1963, quindi, nel 1964 il cinquantesimo della prima guerra mondiale, nel 1965 il ventesimo della guerra di liberazione e  il centocinquantesimo di Waterloo, nel 1966 il centenario della terza guerra di indipendenza, nel 1967 il cinquantesimo della rivoluzione russa, nel 1968 quello della fine della prima guerra mondiale, nel 1970 il centenario di Roma Capitale e della nascita di Lenin, nel 1971 il centenario della Comune ed il cinquantesimo del Pci, nel 1972 il cinquantesimo della marcia su Roma, nel 1973 il ventesimo della morte di Stalin.

Continua a leggere