Tag: resistenza

Fare o no il museo del fascismo a Predappio?

Il sindaco di Predappio (che è del Pd) ha proposto di istituire un museo del fascismo nella sua città, ricevendo l’incoraggiamento di Renzi; ne è nata una prevedibile polemica che, sinora, non ha superato gli argomenti più scontati: “No perché sarebbe apologia del fascismo” “Si perché il fascismo fa parte della storia e lo si deve studiare scientificamente”.

Continua a leggere

Riflettendo su tre anniversari storici.

Questo anno sono caduti insieme due anniversari: il 70° della Liberazione e della fine della II Gm e il centenario dell’entrata dell’Italia nella I Gm. Quattro anni fa, cadde il centocinquantesimo anniversario dell’Unità italiana. Questi tre anniversari così vicini nel tempo mi suggeriscono alcune riflessioni più generali sulla funzione della storia nel nostro tempo.

Continua a leggere

70° della Liberazione: ha senso cantare e ballare?

Danilo De Biasio, voce storica di Radio Popolare risponde all’articolo di Elio Catania, dedicato al 70° della Liberazione ed alla “memoria pulita” di pochi giorni fa. Che ne nasca un dibattito?

Di Danilo De Biasio, Radio Popolare. Dal 25 aprile mi domando cosa ha permesso la riuscita di un’iniziativa come #liberidiballare, una serata di ballo – come fece il primo sindaco della Milano liberata dai nazifascisti – organizzata da Radio Popolare, Anpi, Arci e Insmli. Giuro che non è uno spot, ma una domanda che riguarda profondamente il tema che giustamente pone Elio Catania: è possibile ricostruire la storia (recente) di una nazione senza cadere in forme di revisionismo o di sterilizzazione? La mia risposta è sì,si può fare.

Continua a leggere

Il 70° della Liberazione e la “memoria pulita”

Con molto piacere ospito questo articolo di Elio Catania di Lapsus, che apre un dibattito su cui bisognerà discutere e tornare. Buona lettura! A.G.

Di Elio Catania, Lapsus. In queste settimane si sono svolte in tutto il paese e a tutti i livelli (istituzionali, società civile, organizzazioni politiche) iniziative e celebrazioni in occasione dei 70 anni della Liberazione, con apice ovviamente nella giornata di sabato 25 aprile.

Continua a leggere

E’ il settantesimo della Liberazione: qualcuno se n’ è accorto?

Siamo ormai alla vigilia del 25 aprile e il clima non potrebbe essere più freddo: pochissimo spazio sui mass media, assenza totale nel dibattito politico, le uniche occasioni di studio o convegni sono degli Istituti per la Storia del Movimento di Liberazione (e ci mancherebbe..!) mentre gli ambienti universitari dedicano nettamente più attenzione al centenario della I guerra mondiale che a questo settantesimo. Tutto lascia intendere che l’unica manifestazione con partecipazione di massa sarà, come al solito, quella milanese e speriamo solo che possa risvegliarsi l’attenzione nelle altre città. Diciamocelo con franchezza: a parlare di questo tema parte una raffica di sbadigli. Come mai?

Continua a leggere

I cento anni di Pietro Ingrao.

Oggi Pietro Ingrao compie cento anni, una buona occasione per un bilancio storiografico della sua azione politica e della corrente ideologica che ne è derivata. Le due cose, Ingrao ed ingraismo, infatti  non si identificano perfettamente, come sempre accade fra la scuola ed il caposcuola, ma in questo caso c’è una particolare integrazione dei due termini.

Continua a leggere

Friaul – L’etnogenesi voluta dai nibelunghi

Con grande piacere ospito questo contributo di Gaetano Dato, giovane e brillante studioso di Storia che mi invia un interessante  articolo su un pezzo di storia poco conosciuto ma molto interessante. Buona lettura! A.G.

Non senza difficoltà, avevano superato le lunghe colonne di cosacchi in fuga dalla Carnia. La neve era caduta copiosa sui monti tra il Friuli e la Carinzia all’inizio del maggio 1945.

Continua a leggere

  • 1
  • 2