Silvio, questo popolo di ingrati non ti merita: lascialo e vai ad Antigua!

Caro Silvio,

ci siamo! La perfida campagna di  discredito ai tuoi danni ha dato i suoi frutti ed un popolo immemore dei tanti benefici ricevuti ti ha girato le spalle. Più del 50% degli elettori in assoluto ha votato contro il “legittimo impedimento”, cioè ti nega la qualifica di impedito. O meglio,  ti dichiara “impedito illegittimo”.

Sottraendo la normale quota di astenuti fisiologici (15% circa) dal totale degli astenuti e sommando i no, significa che oggi non più del 30% degli italiani  voterebbe per la tua maggioranza e, presumibilmente, il Pdl avrebbe meno del 25% dei suffragi. E, fiutato il vento, chissà quanti sono già pronti a passare dall’altra parte.
Persino i tuoi beneficiati personali ti hanno voltato le spalle: se solo si fossero astenuti quanti hanno mangiato alla tua tavola, bevuto del tuo vino, goduto… va, bè, insomma quanti hanno usufruito della tua ospitalità, dovrebbero esserci almeno un 5% in più di astenuti.
Nella tua immensa generosità hai fatto finto di nulla e come il Cireneo hai riabbracciato la croce del governo, dicendoti pronto a proseguire sino al 2013, anzi, -che dico?- sino al 3013!

Sappiamo che in cuor tuo hai già perdonato l’offesa e sei pronto a proseguire per “spirito di servizio”. Ma è giusto farlo? Silvio, non nascondiamocelo: non ti capirebbero. Direbbero che lo fai per sete di potere (figuriamoci!), che ti sei incollato alla poltrona con il mastice, i giudici rossi si accanirebbero, saresti tirato da tutte le parti, dalla Lega, da Alemanno, dalle escort responsabili, dai responsabili escort. Un inferno!

Ne vale la pena?
Questo popolo non ti merita. Cosa ha fatto questo popolo per meritarti?
Ed allora è il momento del grande passo: lancia il tuo “Ingrata Patria…” e ritirati nella tua Caprera.
Anche perchè la tua Caprera sarebbe Antigua, dove il lussureggiare della vegetazione cullerebbe il tuo riposo, lo splendore del mare ti risarcirebbe delle fatiche fatte, mentre stuoli di vergini minorenni suonerebbero l’arpa per te, Silvio.
Ci pensi? … Le vergini… il mare…
Che magnifico schiaffo morale a questo popolo di smemorati!
Ed allora, non indugiare….
Per parte nostra, drappello irriducibile di fedelissimi, vogliamo offrirti il segno estremo della nostra devozione offrendoti il biglietto del viaggio aereo di andata per Antigua.
Vai caro!
Algido

PS
Quanti volessero unirsi all’appello e sottoscrivere per il biglietto di sola andata per Antigua, mandino qui la loro adesione.

FAR GIRARE!

aldo giannuli, risultato referendum, silvio berlusconi


Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Comments (22)

  • Visto quanto successo, con il cuor colmo di lacrime mi unisco all’appello: vai, oh Silvio, senza voltarti indietro! La miserevole condizione del popolo che ti ha rinnegato non merita un altro sguardo; il Paese martoriato, che hai cercato di risollevare con la tua grazia misericordiosa, mostrata solo negli innocenti “bunga-bunga” – come li chiama la malevola stampa di sinistra – non è degno neanche del tuo soggiorno. Vai per altre bellezze, dove le donne non ti rifiuteranno o calunnieranno; vai là dove il tuo animo potrà star sereno… e non pensare alla crudele Ilda che, ostinata, non ti volle cedere il cuore!

  • Caro Giannuli, c’è un certo Algido che attraverso il tuo blog sta tentando di arricchirsi sfruttando più che la credulità popolare, desideri di redenzione e riscatto tanto a lungo covati. Con prosa capziosa e suadente invita a una sottoscrizione che rischia di essere milionaria. Non vorrei che quello scappa col malloppo lasciandoti nei guai, novello Vanna Marchi. Saluti.

  • no,sono il classico brianzolo alla contino bricchio,cioè bestemmiatore a bassa voce.
    Dico abbiamo l’offerta per far partire il capo,e allora occupiamoci anche dei suoi cagnolini che senza padrone poi magara moreno!
    Lasciamo invece che le menti migliori del centro destra corrino spensierate nelle spiagge assolate insieme al reuccio scurnacchiato,mazziato di arcore.
    Basta poco che ce vo!

  • Sono d’accordo. Ad Antigua lo attende il suono delle arpe delle vergini, qui può sperare soltanto in un mesto coro di pernacchie.
    Non sono d’accordo invece che si porti via La Russa, Capezzone, Gasparri e co. Quelli, che non tengono i soldi di Silvio e non si possono permettere di nominare parlamentari i loro avvocati difensori, quelli dicevo ce li processiamo qui, con comodo…
    Poi scusate, il povero Silvio si deve rilassare ad Antigua; come potrebbe con tali figuri a rovinare l’idillico paesaggio?

  • Pur se ritengo più appropriato Hammemet, sono pronto a contribuire anche per il biglietto (di sola andata) per Antigua.

    Grande Algido!

  • Presto cavaliere. Scappi da questo popolo che non comprende il suo sacrosanto diritto di rubare e ci abbandoni a noi stessi.

    Che forse facciamo in tempo ad evitare di finire come la Grecia..

  • A suo tempo l’ho votato, oggi gli ho dato contro 4 Si. Prima o poi tutti facciamo il nostro tempo e Silvio non fa eccezione .
    Però mi da fastidio far parte di una maggioranza che ora simpaticamente spara sul pianista dimenticando che fu lui , con i suoi soldi, i giornali , le gaff, le televisioni e soprattutto le idee semplici del manager a fermare un centrosinistra che dopo lustri di mal governo aveva uomini ed idee superate , assolutamente non in grado di affrontare questi difficili anni frutto di una lunga crisi di cui ancora non si vede giorno . Non è che il Berlusca abbia azzeccato tutte le mosse, ma allenato com’era a far gallegiare le sue aziende ha fatto navigare anche il paese. Era secondo voi facile portare i sindacati nel ventesimo secolo ? O far capire agli italiani che Castro, Lenin ed Il Chè non potevano essere replicati all’infinito e che il mercato ha le sue( orribili) regole. Ha aperto la sua villa in costra smeralda a chi ci ha portato il gasdotto dagli Urali ed è andato a mangiare carne di montone nella tenda di un satrapo ricavandone oro nero a buon prezzo. Ha anche mandato soldati italiani in tutto il mondo ed in questo ci ha ricordato il Camillo Benso Conte di Cavour che seppe far arrivare i bersaglieri di La Marmora in Crimea e poi sedersi al tavolo dei potenti. Di cose e persone sbagliate ne ha fatte e frequentate a iosa, lo sappiamo e non lo dimentichiamo ma a salma ancora tiepida non mi piace parlarne.

  • stà avvenendo qualcosa che mi ricorda il ’68. Un movimento che va al di là dei partiti, un ottimismo giustificato anche, e soprattutto siamo più coscienti, più informati, c’è internet, un movimento trasversale, non solo giovani. Però, se la nuova generazione fosse più combattiva, sarebbe meglio.

  • penna grigia traditore, votare contro un uomo di simil fatta. Hai ragione Silvio ha sconfitto il comunismo e anche il cancro. Ricordiamocelo prima di lui c’erano quegli stalinisti di Andreotti e Craxi

  • sul fatto che siamo più coscienti e informati,mah…Vedi il caso Amina e quante anime pie del comunismo democretino ci hanno abboccato,sul nuovo 68:ah,ma lo si diceva anche per il movimento dei movimenti e poi vedi come è finito.
    Far tesoro di queste vittorie,ma senza troppa enfasi o esagerazioni,che poi a sinistra siamo un po’ come la mia adorata inter,il disastro più comico e tragico è sempre a portata di mano!^_^

    Queste però sono considerazioni che vengono da uno che faceva parte per dieci anni dell’Italia peggiore,cioè i precari come li definisce quel nanetto bizzoso e sosia di Freak Antoni che è Brunetta.
    Al quale simpaticamente non possiamo che dedicare un hit del celebre e fondamentale gruppo bolognese degli Skiantos:Ti rullo di cartoni,che poi rullo..Rullino e siamo anche in abbondanza.

  • infatti :lo spediamo come un pacco attraverso la fu alitalia,o a bordo di un veliero attraverso acque tempestose?
    La seconda ipotesi,ripeto,sarebbe perfetta per la clausula larussa,capezzone,gasparri,in qualità di voghieri alle catene.Si,son taccagno:i brianzalotti dopo i genovesi sono rinomati per l’avarizia!Non solo per il legno e l’evasione fiscale!^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.