Patrimoniale e covid

Comincia ad essere diffusa la percezione della crisi economica che seguirà alla pandemia e ritorna la proposta della patrimoniale, formulata in Italia per la prima volta da quel noto bolscevico che è stato Luigi Einaudi. In sé l’idea non è affatto sbagliata, ma la domanda è: come fare una patrimoniale davvero efficace nel mondo della globalizzazione? Ragioniamoci insieme.

In caso di problemi con la visualizzazione del video, clicca qui per vederlo.

aldo giannuli, covid, patrimoniale


Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Commento

  • Avatar

    Tenerone Dolcissimo

    Caro GIANNULI,
    ma la patrimoniale deve essere imposta ai non ricchi cioè al ceto medio …
    … sia perché sono di più (un tempo qualcuno disse che bisogna tassare i poveri perché sono tanti e ci si guadagna di più) …
    … sia perché sembra che qualcuno li voglia impoverire per ottenere che la società torni a essere quella che era nel medio evo: una massa di cenciosi e sopra una ristretta élite di … ricchi??? …. no di agiatissimi possessori delle ricchezze (non è la stessa cosa.
    Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.