Mastella, l’indimenticato…

Caro Algido,
ho recentemente appreso con gioia della elezione al Parlamento Europeo di Clemente Mastella, ingiustamente restato fuori del Parlamento nazionale dalle ultime elezioni. Possiamo sperare in un suo ritorno? Se ne sente la mancanza.
Tuo,


Fosco Ravanatore

Caro Fosco,

Ah! Tu mi occhi sul vivo! Clemente! L’Indimenticabile, Geniale, Fulgido Clemente. Maestro supremo della nostra arte. Politico grande e sfortunato, cui la sorte non ha ancora reso adeguatamente merito.
Mastella è l’Archimede della politica italiana: l’inventore dell’effetto leva: “Datemi un punto (percentuale) e vi solleverò un Governo!”
Pensate a cosa ha saputo fare Clemente: ha fatto e disfatto coalizioni, è stato determinante per far nascere il governo D’Alema nel 2000, è stato determinante nella vittoria elettorale del centro sinistra nel 2006, è stato determinante nel far cadere Prodi nel 2008. E tutto con mezzo milione scarso di voti, per giunta raccolti in gran parte nell’Irpinia più fonda!
Mezzo milione di voti possono non essere tanto pochi se li raccogli a Milano o a Palermo, ma a Ceppaloni? E si, perchè i voti, oltre che contati, vanno pesati. A cosa vi fa pensare questo nome? Chiudete gli occhi e pensate “Cep-pa-lo-ni Cep-pa-lo-ni”: che immagini si presentano alla vostra mente? Greggi, zampogne, grotte, paludi, archibugi, zanzare, danze tribali…
Ma voi la comprereste l’acqua minerale “Ceppaloni”? No: pensereste di prendervi la malaria.
Ebbene pensate che Clemente è riuscito a vendere non dell’acqua minerale, ma dei voti targati “Cep.” e ci ha fatto: 1 posto di Ministro Guardasigilli, 1 sottosegretario, 1 presidente di consiglio regionale, 14 deputati, 6 senatori, 1 deputato europeo.
Ma ci pensate a cosa avrebbe fatto Clemente se avesse raccolto 1 milione di voti a Torino? L’Italia mastellizzata: tutti con le cioce ai piedi, diligenze al posto di taxi, i notabili appellati con il “Don”, il tricolore con al centro forchetta e cucchiaio incrociati…
Ma l’Italia non sa apprezzare i suoi Grandi e probabilmente non ci sarà il ritorno del suo partito.
Nulla, però, ci impedisce di sperarlo…
Tuo malmostoso, ma pur sempre fidente,

Algido Lunnai, 8 ottobre ’09

algido lunnai, clemente mastella, europarlamento


Aldo Giannuli

Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Comments (2)

  • “l’Archimede della politica italiana: l’inventore dell’effetto leva: ‘Datemi un punto (percentuale) e vi solleverò un Governo!’ ”

    geniale, degno di Fortebraccio.

  • Preparatevi a rivotarlo, che alle prossime elezioni si ripresenterà con il centrosinistra: in quota Casini-Cuffaro dell’allegra ‘macchina da guerra’ Fini-Rutelli-Dipietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.