Ma i 5 stelle hanno votato a destra nei ballottaggi?

L’Istituto Cattaneo ha scoperto l’acqua calda! Se gli elettori 5 stelle avessero votato per i candidati di centro sinistra questi avrebbero vinto, siccome hanno perso, dunque i 5 stelle hanno “aiutato” il centrodestra votandone i candidati o “rifugiandosi” nell’astensione. Ergo: il M5s è un movimento di destra. Impagabile quel “rifugiandosi” che, per la verità favorisce chiunque arrivi primo al primo turno (quindi al Pd a l’Aquila, anche se poi un 8% dei suoi elettori si sono astenuti al secondo turno e non mi pare che sia colpa dei 5 stelle). Questo presuppone però che il Pd sia un partito di sinistra, mentre si dà il caso che per una fetta rilevante dell’elettorato, sia percepito come “Peggior destra”. Forse chi pensa questo sbaglia, ma avrà anche diritto di sbagliare con la sua testa, mi pare, poi, se andiamo a vedere nel merito, ci sono molte ragioni per sostenete questa tesi.


E gli elettori del M5s non sono di “destra”, ma sono “anti-Pd”: perché è proibito esserlo? Essere anti Pd non significa affatto essere di destra, allo stesso modo in cui essere antifascisti non significa essere automaticamente di sinistra. Poi, si “rifugiano nell’astensione” per favorire la destra: come se esistesse un obbligo morale o politico di votare per forza Pd di fronte alla destra (con la quale, peraltro, il Pd è pronto ad allearsi). Dove sta scritto?

E perché mai i 5s avrebbero dovuto votare Pd? Da un anno e mezzo (soprattutto dopo le amministrative del 2016) il Pd ha ripetuto in prosa e in musica che il suo nemico strategico è il M5s (e, dunque, per converso, il nemico strategico del M5s è il Pd), che la partita è fra Pd e M5s e che il peggio del peggio è il M5s. Ed allora, mi sapete spiegare perché gli elettori del M5s dovrebbero votare Pd?, quando mai un’area politica va al soccorso del suo avversario strategico?

Per di più, usciamo da uno scontro referendario che ha visto la destra, la sinistra ed il M5s alleati contro il Pd ed il suo tentativo di riforma autoritaria delle istituzioni: pretendete che gli elettori del M5s lo abbiano già dimenticato dopo sei mesi? Vi fate illusioni: quella scelta non la perdoneremo mai al Pd (ed a quelli come Pisapia).

Peraltro, il Pd, dopo la batosta del 4 dicembre, ha riconfermato plebiscitariamente alla sua testa Renzi che è l’artefice di quel disastro: chi è causa del suo mal pianga sé stesso. Faccio presente che la regione in cui i ballottaggi sono andato meglio al Pd anche per l’afflusso di voti M5s è stata la Puglia (Taranto, Lecce, Molfetta, Martina Franca, Gravina, Bitonto) che è l’unica regione dove Renzi è stato battuto al congresso e dove c’è ancora una vistosa influenza dalemiana e di Emiliano. E’ perfettamente un caso?

In politica si fanno delle scelte, e ciascuna di esse apre delle strade ma, parallelamente ne chiude altre. Il Pd –soprattutto da Renzi in poi- ha fatto scelte che hanno definitivamente chiuso il contatto con tutta un’area elettorale che non comprende solo il M5s. Poi, con altre scelte, ha rotto i rapporti anche con il centro ed oggi si ritrova solo di fronte ad un centro destra che forse risorge.

Del Pci l’attuale Pd ha ereditato solo la boria di partito, l’insopportabile arroganza, di suo ci ha aggiunto un’ immensa stupidità. E un partito così pensate che meriti di vivere?

Aldo Giannuli

aldo giannuli, ballottaggi amministrative 2017, m5s, m5s vota a destra, pd


Aldo Giannuli

Storico, è il promotore di questo, che da blog, tenta di diventare sito. Seguitemi su Twitter o su Facebook.

Comments (18)

  • Renzi lascia stare gli italiani: tutti contro di te. Chi non ti ama non ti merita. Tutti ti criticano.
    Prendi il passaporto e parti !!
    Va in Messico. Messico e nuvole.
    Va in Africa. Africa e musica.
    Va ! Va !!
    Va pure in Emilia, dove i tortellini sono una ghiottoneria, ma va!
    Va dalla May, così la consiglierai sulla Brexit: altro che i polichetti italiani !
    Va !!!
    E non dimenticare Trump, che ha bisogno di te.
    Ecco come perdiamo i migliori cervelli politici.
    Renzi mostra il tuo valore all’estero. L’Italia non ti premia.

  • Discorso ineccepibile se riferito all’astensionismo. Molto meno condivisibile, come difesa di un voto esplicitamente a destra (che continua a fare riferimento non a Cavour o Einaudi, ma a Berlusconi, alla Lega e ai fascisti). Non preferire Renzi a Salvini è una cosa, preferire Salvini a Renzi è un’altra.

      • Probabilmente peggiore…… , basta vedere le politiche verso i dipendenti e le piccole aziende , e come si comportano con l’elite finanziaria e le multinazionali… e tanto altro ancora….

  • ok professore, la sua analisi la condivido.
    non capisco però cosa intende per boria del pci.

    approfitto per chiederle un giudizio storico politico di gugliemo ferrero; mi sono ritrovato un libretto suo, “da fiume a roma”, una visione dell’antifascismo da una posizione non comunque socialista.
    cosa ne pensa?

    la ringrazio.

    alberto p.

  • Più che altro gli elettori del M5S osteggiano il PD di Renzi, non il PD tout court, come molti Italiani del resto.

    Vero è che la natura del PD non è un’invenzione di Renzi, che forse l’ha portata solo agli estremi più che stravolgerla, facendone venire tutti i nodi al pettine.

    Veltroni, e prima ancora altri ex PCI, avevano già rottamato alcuni principi della sinistra, ispirando la loro politica al partito democratico americano, più simile alla DC che al PCI.

    Renzi tira dritto, convinto di avere il consenso di tutti i moderati contro i cosiddetti populisti e quindi poter vincere le elezioni politiche, le uniche con le quali non si è mai misurato, nemmeno come semplice parlamentare.

    Se Renzi riuscirà a prendere meno voti di Bersani nel 2013, non potrà fare a meno di trarne le dovute conseguenze e dimettersi da segretario, chi lo sostituirà potrebbe essere così diverso da lui da poter persino sostenere un governo guidato dal M5S.

  • Buongiorno, sono di Genova e sono presidente di seggio. Posso portare la mia piccola esperienza. Al primo turno di pochi voti aveva vinto il candidato di cdx (in un quartiere una volta schierato storicamente a sinistra). Al ballottaggio la maggior parte degli elettori m5s non si sono presentati visto che i voti in meno sono stati circa quelli presi dai TRE candidati area 5 stelle di Genova al primo turno, ma sono venute diverse persone che NON avevano votato al primo turno (ho visto il timbro mancante sulla scheda elettorale). Morale della favola: il candidato di cdx ha vinto con un margine più largo.

  • 1934: dopo l’assassinio del cancelliere austriaco Dollfuss, Mussolini mandò quattro divisioni sul confine del Brennero, per impedire a Hitler di invadere l’Austria. Ma dopo la Conferenza di Stresa, Mussolini fu lasciato solo dai doppiogiochisti inglesi e dai compari francesi. I soliti … miopi politici.
    1935: la Società delle Nazioni vota le sanzioni economiche all’Italia per la sciagurata avventura coloniale in Etiopia. Capofila gli imperi di Francia e Gran Bretagna.
    2017: la Francia si scontra con gli Stati Uniti nel Sahel, rispedisce al confine di Ventimiglia i migranti, francofoni o anglofoni che siano, pur avendo distrutto la Libia, luogo da cui partono i gommoni verso l’Italia.

    A parte l’alto tasso di anti italianità, e il senso del più cinico affarismo piratesco, quale concezione hanno los nordicos dei confini altrui e di quelli dell’Europa Unita?
    Forse i soliti miopi … sono sempre uguali a se stessi.
    Addio Europa.

  • io credo che ad oggi governare il pd non sia affatto semplice se si volesse tornare ai valori tradizionali di sinistra non affarista: troppe commistioni affaristico-politico-finanziarie non cedono il passo a una politica tradizionalmente di sinistra.
    renzi però è l’uomo giusto per un amministrazione del genere che nel bene e nel male fa sopravvivere il partito stesso.
    agli elettori del pd credo che tutto ciò sia molto chiaro.
    quindi restiamo in attesa di sapere se e fino a quando questa fetta di elettori sia in grado di sostenere ancora un segretario colluso con poteri che con i valori e i principi della solidarietà dell’uguaglianza e della giustizia hanno poco a che fare.

    alberto p.

  • ACME NEWS
    L’uomo gatto attacca Papi. (Tratto dalla rete. Non chiedetemi di più, perchè mi sono rifiutato di leggere la notizietta)
    Accipicchia !
    In giro ci sono notizie più stupefacenti di quelle della ACME.
    A volte esagerano con le quantità di p. a. .

    • Mi spiace deluderti, ma l’Uomo Gatto non è un nuovo supereroe e il Papi della notizietta non è il Berlusca.
      Trattasi di un concorrente storico delle trasmissioni dell”altro, tal Enrico Papi, conduttore nel caso in esame di Sarabanda, una gara musicale a premi.
      Non mi chiedere come so queste cose, perchè mi avvalgo da subito della facoltà di non rispondere, a tutela della mia rispettabilità.

  • Il fatto che Renzi non sia di sinistra NON rende Salvini and co meno fascisti di quello che sono, e questo vale anche per chi li vota, non importa quale alibi si inventi per negare l’evidenza.

    • io li ho votati (lega nord europee e fratelli d’italia queste elezioni ). E non sono assolutamente fascista. Gli unici fascisti sono “gli anti fascisti senza fascismo ” come te. …I PEGGIORI FASCISTI. Questo fascismo di qua fascismo di là ..detto da chi ha promosso ideologie che non son state meno brutali del fascismo sinceramente ha stancato. Ciao fascistone rosso sbiadito : a quanto il fascismo al kilo ?

      • da sempre sporchi sino al midollo osseo (non meno zozzi dei fascisti ) e da sempre con l’aureola “sempre e comunque” dei giusti. Ma quando è che sparite dalla faccia della terra: ipocriti bugiardi parla bene e razzola male che non siete altro. Quando è che la finite con il tot di fascismo al chilo elargito a destra e a manca a chi non la pensa come voi : blate inutili e nocive. La vostra storia non è meno zozza dei cosiddetti fascisti.

    • Tenerone Dolcissimo

      Per favore finitela con questo trucchetto del fascismo per tappare la bocca all’avversario. Oramai è chiaro che è il trucchetto dei pappones per coprire le loro pappatas (tipo migrantes) E dai. Ma pensi che tutti sono scemi?
      E poi oramai anche a sinistra hanno una considerazione piu’ equa del fascismo, anche perché molti della mia generazione hanno potuto studiare perché c’erano le scuole costruite dal fascismo e praticare sport perché il fascismo aveva prodotto impianti da favola (tipo la piscina pensile del foro italico)
      E non pensi che sia una favore fatto al fascismo lasciargli il monopolio dell’amor di patria e della difesa dalle invasioni e del proletariato? Ma che credi che non lo abbiamo capito cosa si nasconde dietro questa invasione?
      Fatti un giretto su internet e ti accorgerai quanta gente di sinistra si è rotta le scatole di essere invasa e depredata e impoverita
      E poi stai attento. Tu forse pensi di schierarti con le anime belle ma stai dalla parte di Soros e contro i ceti popolari italiani. Non è una bella posizione e potrebbe diventare imbarazzante il giorno che il popolo dovesse in…alberarsi sul serio

  • si chiamano affinità culturali e oramai la maggioranza degli elettori 5s ha queste affinità piu con salvini che con berlinguer. chi l’ha capito gia da tempo si è defilato.
    i voti delle masse “gerentrificate” vanno sempre a dx, non è un caso che le cosidette sinistre oramai siano indistinguibili dalle dx, una popolazione anziana vuole sicurezza non rivoluzioni. quelle che avete provato a fare nel ’70 è stato possibile anche grazie al boom demografico e all’esperienza di una guerra devastante ancora a far capolino dal retro ma oggi, non vedo speranza alcuna per certi valori e posizioni progressiste. per di più il fenomeno migratorio e’ un carburante formidabile per fascisti leghisti e populisti vari. ci aspettano tempi bui, rimpiangeremo anche il pd e renzi , fidatevi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.